Windows 10: la nuova major release di Windows è ufficiale

 

Microsoft ha sollevato ufficialmente il sipario sulla nuova major release di Windows nell'ambito dell'evento tenuto nel tardo pomeriggio del 30 settembre a San Francisco. L'appuntamento, indirizzato in primo luogo all'utenza enterprise, ha consentito di dare uno sguardo alle fondamenta del nuovo volto di Windows, che ha iniziato a sorprendere a partire dal nome: Windows 10. Una decisione motivata dalla voglia di sottolineare il grande passo in avanti compiuto dall'OS di Windows 10: la nuova major release di Windows è ufficiale Microsoft che rappresenterà una piattaforma unitaria, scalabile ed in grado di adattarsi a qualsiasi tipo di dispositivo: dagli smartphone, ai tablet per arrivare ai dispositivi ibridi e ai PC, dai dispositivi con display da 4" a quelli con schermi da 80"

A salire sul palco è stata una delle primissime build di Windows 10 che ha permesso di dare uno sguardo ad alcuni dei cambiamenti introdotti nell'interfaccia utente: il nuovo menu Start con possibilità di ancorare i Tiles delle app Modern UI, la gestione dei desktop multipli, attivabile mediante il pulsante 'Task Switch', le modifiche introdotte per migliorare l'esperienza d'uso con i dispositivi touch, sintetizzate dall'immagine della nuova Start Screen. Una delle priorità per Microsoft è stata quella di sottolineare la capacità di Windows 10 di porsi come una release in grado di soddisfare le esigenze dell'utenza consumer e dell'utenza enterprise, di chi utilizza Windows prevalentemente con mouse e tastiera e di coloro che ricorrono al touch screen. Non sono stati trascurati nemmeno i 'power user' che utilizzano il prompt dei comandi, rinnovato in Windows 10.

 

Il dialogo con l'utenza enterprise è appena iniziato, e quello con l'utenza consumer si intensificherà nei prossimi mesi. Novità e features ulteriori di Windows 10 destinate a tali categorie di utenti verranno presentate all'inizio dell'anno e in occasione della Build Conference che si terrà in primavera. Windows 10 verrà reso disponibile nella sua veste definitiva, indicativamente, nella seconda metà del 2015.

Non sono poi mancate delle importanti conferme sulla Tech Preview, che sarà disponibile a partire da domani (1 ottobre), e sul programma Windows Insider, dedicato agli utenti che, per primi, inizieranno a familiarizzare con le prime build di Windows 10 e coopereranno con il team di sviluppo fornendo importanti feedback, secondo uno schema di collaborazione definito 'inedito' da Microsoft. Verranno attivati forum riservati ai partecipanti al programma Windows Insider e sarà possibile interagire direttamente con gli sviluppatori.

E' utile ricordare che, per il momento, le novità introdotte nell'esperienza tablet sono state trattate in maniera marginale, ma i principi base sono stati ribaditi in maniera chiara (esperienza ottimizzata per ogni device). Ultima nota per quanto riguarda i tablet ARM, a partire dal Surface (quindi basati su Windows RT). Microsoft ha trattato l'argomento di sfuggita nella sessione Q&A al termine delle presentazione, dichiarando che farà in modo di rendere disponibile Windows 10 per il maggior numero di dispositivi Windows presenti sul mercato, una dichiarazione che non esclude, quindi, un aggiornamento adatto anche i dispositivi RT.

Inizia ufficialmente oggi un nuovo importante capitolo dell'evoluzione del sistema operativo della casa di Redmond che con Windows 10, da un lato 'guarda al passato' cercando di recuperare l'utenza che è rimasta fedele a Windows 7 (si veda la reintroduzione di un elemento così familiare come il menu Start) e dall'altro guarda avanti capitalizzando quanto di buono realizzato con Windows 8/8.1 (le app dello Store di Windows 8/8.1 saranno compatibili con Windows 10) correggendone alcuni punti di debolezza (la più volte criticata non perfetta coerenza di tutta la UI che non è mai riuscita a mescolare del tutto le sue due anime).

 

Fonte: http://windows.hdblog.it/